giovedì 23 luglio 2020

Diario delle nostre esperienze...Montioni!

Lunedì 13 Siamo pronti a partire !
Per colpa del Covid il gruppo si deve dividere in due parti: alcuni partono in treno, altri col furgone dell'associazione.
Subito i primi problemi. Uno nel gruppo furgone e uno nel gruppo treno. Simone si era dimenticato il cavetto di ricarica del cellulare e a voluto ripassare da casa per prenderlo. Voleva proprio il cavetto che aveva lasciato a casa, l'originale e il suo. Tutti accettano di fare un pò di ritardo e viene deciso di passare da casa di Simone. Alla stazione Alfredo, Sara e Alessio stavano, invece, aspettando Marco che non si presentava. Per un malinteso aveva capito di partire col furgone. Miracolosamente il conto "covid" torna e il gruppo riesce a ricongiungersi al Palazzo della Vigna alle 11:00
Palazzo della Vigna è una foresteria gestita dall'associazione di familiari "Comunicare per Crescere", da anni, Mediterraneo la utilizza per i soggiorni rivolti ai giovani e agli utenti desiderosi di rompere la solita routine per qualche giorno.
Sia Sara che Simone vedevano la struttura per la prima volta. Sara: "è bello il luogo, mi piaceva stare in mezzo ad una riserva naturale. Mi sentivo in contatto con me stessa.
Una sensazione simile a quella che avevo provato in barca ma senza mal di mare, quindi ancora meglio. L'esperienza mi ha arricchito, mi sono staccata dal quotidiano e ho potuto riconnettermi con me stessa. Simone: è un bel posto, ti senti sperduto. Puoi vedere i cinghiali che arrivano mentre sentono l'uomo. E' un posto rilassante anche se comunque ho avuto i miei momenti no. Abbiamo pranzato insieme, spaghetti al pomodoro. Tutti erano molto accoglienti.
Il pomeriggio riposo e la sera una bella passeggiata a Follonica.
Martedì 14 abbiamo visitato il lago dell'Accesa. Un luogo vicino a noi ma poco conosciuto. Acqua pulita e fresca. Simone ci racconta che ha trovato un bruco strano, velenoso. Su internet ha visto che si chiama " bruco di Saturnia". Velenoso ma bello verde con puntini arancioni. Dopo il bagno al lago siamo andati a Massa Marittima.
Alfredo: bello il paese, ho visto un affresco del Lorenzetti che non conoscevo e poi l'evoluzione di due aerei a reazione sopra il cielo del borgo medioevale.
La sera tornammo a Follonica a visitare una mostra fotografica.
Mercoledì 15 siamo andati a Baratti sia la mattina e sia il pomeriggio. Bel bagno con la maschera ci racconta Alfredo e Simone era interessante la visita a Populonia. Alessio dice che si è abbastanza annoiato: in pineta c'erano le formiche, faceva caldo e c'era confusione. Bello il museo di Populonia con i suoi reperti etruschi.
Giovedì 16 siamo andati alle terme di Petriolo o come, qualcuno le ha chiamate, le terme di Petrolio. L'acqua era torba e nel fiume c'era poca acqua. Simone si è tuffato nell'acqua bollente. "all'inizio ti devi ambientare poi il corpo si abitua e riesci a resistere..." "la cascata mi stordiva, mi ha cotto il cervello".
Dopo siamo partiti alla volta dell'abbazia di San Galgano. Alessio ha apprezzato la forma, la mancanza del tetto. Successivamente siamo andati a vedere la spada nella roccia. Ci ricorderemo delle lamentele di Haeven durante la scalata per raggiungere l'eremo. Comunque è riuscito nell'impresa.
La sera buffet condiviso in struttura. Uno spettacolo è stato vedere la via lattea durante la limpida nottata e la stazione spaziale che ci è passata sopra le nostre teste.

La Redazione





1 commento: